Pomarance

Pomarance è posto su una zona collinare a 375 metri s.l.m. nell’Alta val di Cecina a 80 chilometri da Pisa, Firenze e Siena. Nel suo territorio sono compresi vari borghi tra i quali Larderello, Montecerboli, Lustignano, Libbiano,Micciano, Montegemoli, San Dalmazio e Serrazzano.
Pomarance anticamente era il castello sulla riva sinistra del fiume Cecina e denominato Ripamarance. Testimonianze etrusche, romane e medievali denotano una continuità di vita sul suo territorio che è testimoniata dalla esposizione di reperti archeologici conservati nel Museo “Guerrieri e Artigiani” di Palazzo Ricci.

Il suo territorio comunale conserva tracce del passato, dalle antiche fornaci di maioliche e ceramiche ingobbiate graffite prodotte dagli stovigliai dal XV al XVII secolo, importanti opere d’arte dei pittori detti Il Pomarancio, Niccolò Cercignani e Cristoforo Roncalli, che dipinse nel 1609 la grande Basilica di Loreto. La sua Pieve, dedicata a San Giovanni Battista conserva importanti opere del XIV secolo e del XVI secolo e un pregevole presepe in terracotta policroma di Zaccaria Zacchi da Volterra del 1502.
Sono ancora visibili alcune porte del castello medievale e alcuni torrioni circolari a difesa delle porte castellane. Il centro storico è caratterizzato dal palazzo pretorio e dal Marzocco simbolo della dominazione fiorentina fin dal 1472.
Larderello è la località più importante del territorio per la particolarità dei Soffioni Boraciferi e della “Geotermia” che ha la sua storia recente fin dall’ottocento con la famiglia i De Larderel che dette il nome al villaggio fabbrica di Larderello e che iniziò lo sfruttamento della acque calde dalle quali veniva estratto l’acido borico e il borace utilizzato in vari campi industriali.
Oggi i soffioni, che vengono captati nel sottosuolo con trivellazioni simili al petrolio, sono utilizzati per produrre energia elettrica in moderne centrali “geotermoelettriche”.

L’ottocento a Pomarance è testimoniato da vari palazzi, un tempo appartenuti a famiglie borghesi del luogo che oggi ospitano musei e raccolte storiche come Palazzo Bicocchi, con gli arredi dell’ottocento dove si mostrano ai visitatori uno spaccato d’epoca del XIX secolo.
Di notevole interesse sono i teatri di Pomarance, il teatro dei Coraggiosi e quello De Larderel costruiti alla metà dell’ottocento e ancora oggi utilizzati per le stagioni teatrali.